Attacchi incendiari a Pomezia: gli Operatori dell’usato italiani esprimono solidarietà alla Cooperativa HUMANA

COMUNICATO STAMPA

Attacchi incendiari a Pomezia: gli Operatori dell’usato italiani esprimono solidarietà alla Cooperativa HUMANA

 

Il 22 gennaio un incendio, verificato come doloso dagli inquirenti, ha distrutto tre furgoni della Cooperativa Humana People to People Italia presso la sua sede di Pomezia (Roma). Altri due mezzi sono stati oggetto di atti vandalici.

Il gesto, chiaramente intimidatorio, lede l’attività di raccolta di abiti usati che la cooperativa svolge nella città di Roma in seguito a regolare gara e procedura di affidamento del servizio.

La cooperativa Humana People to People Italia è socia di Rete ONU (Rete Nazionale Operatori dell’Usato), l’associazione di categoria che rappresenta gli operatori del riutilizzo italiani.

“E’ inaccettabile” ha dichiarato Renato Conca, Vicepresidente e rappresentante del comparto delle Cooperative di RETE ONU, “che operatori economici che fanno riutilizzo e riducono i rifiuti debbano subire intimidazioni criminali. Un fenomeno che purtroppo per il settore non è nuovo. Ma le intimidazioni e gli attacchi risultano, se possibile, ancora più odiosi quando a subirli sono enti come Humana, un’organizzazione con finalità sociale e senza scopo di lucro, che sviluppa politiche di inclusione sociale e di cooperazione internazionale. Esprimo a nome di tutta Rete ONU totale vicinanza e solidarietà a Humana in questo momento difficile, ma sono comunque convinto che questo brutto evento sarà da sprone agli operatori e alle operatrici della cooperativa per impegnarsi ancora e sempre più efficacemente nella loro azione solidale e ambientale”.

Rete ONU lavora attivamente per contrastare l’infiltrazione criminale nelle filiere dell’usato e del riutilizzo: da marzo 2018 è promotrice, assieme a Utilitalia e Centro Nuovo Modello di Sviluppo, di un partecipato Tavolo di confronto per l’individuazione di criteri di affidamento del servizio di raccolta degli abiti usati, che ha tra i suoi temi centrali la trasparenza di filiera. Rete ONU, inoltre, si è dotata di un rigoroso Codice Etico che include pesanti filtri per escludere gli operatori legati alla criminalità.

Share this Post: Facebook Twitter Pinterest Google Plus StumbleUpon Reddit RSS Email

Related Posts